2,5 LT5 LT10 LTLegnoCemento

Vernice per pietra Impermeabilizzante Antimuffa Syntilor

48,00170,00

Alta resistenza. Non ingiallisce e non crea pellicola. Prodotto all’acqua in due finiture: naturale ed effetto bagnato.

Formato

2,5 LT, 5 LT, 10 LT

Colore

Effetto Bagnato (Incolore Satinato), Naturale (Incolore Opaco)

Ambiente

,

Superficie da Trattare

,

Svuota
COD: VER-PIE-ANT-MUF-SYN Categoria:
Descrizione

Descrizione

A base di resine in fase acquosa ad alte prestazioni,

la Vernice Per Pietre Aquaréthane Syntilor protegge,

decora e impermeabilizza a lungo i minerali naturali o ricostituiti, rugosi e porosi, contro le macchie d’olio, di grasso e di sporco.

Si usa sulle pietre da pavimentazione, le pietre naturali decorative, le mattonelle, le lastre di calcestruzzo, il selciato autobloccante.

Inodore, asciuga rapidamente ed è gradevole e facile da applicare.

CARATTERISTICHE TECNICHE

– Alta resistenza
– Ferma l’aderenza dei muschi
– Non ingiallisce
– Asciutta in 30 minuti
– 2 aspetti: incolore satinato, incolore opaco

APPLICAZIONE
– Pronta all’uso. Agitare prima di applicarla.

– A pennello, a spazzola o a rullo: applicare una mano di Vernice per Pietre Aquaréthane, lasciando penetrare e asciugare.
Applicare poi una seconda mano di protezione. La Vernice per Pietre Aquaréthane si stende rapidamente, non occorre lavorarla.

– indurimento rapido: usare qualche precauzione i primi giorni.

Domande Frequenti

Che cos’è una vernice?

Una vernice è una sostanza fluida che viene applicata su delle superfici in modo da creare una pellicola che protegge e decora la superficie stessa.

Che differenza c’è tra i prodotti a base acqua e quelli a base solvente?

Un prodotto a base acqua ha dei livelli di COV (composti organici volatili) estremamente bassi: è inodore e asciuga con maggior rapidità (2-4 ore). Il prodotto a solvente, invece, a elevati valori di COV, ha un leggero odore (che si sentirà solo fino all’essiccazione) ed asciuga in 4-6 ore. La durata del prodotto NON DIPENDE in alcun modo dal tipo di prodotto a cui facciamo riferimento (acqua, solvente, cera, biologico ecc.), ma DIPENDE UNICAMENTE dalla maggiore o minore presenza di resine protettive al suo interno. Un ottimo protettivo ha delle percentuali di resine che si aggirano attorno al 40% del prodotto: troveremo quindi protettivi efficaci sia ad acqua, sia a solvente che a cera, così come troveremo prodotti meno performanti in ognuna di queste categorie (è la presenza di resine all’interno del prodotto a fare la differenza e non la tipologia del prodotto!).

Che differenza c’è tra un impregnante, un flatting e una vernice?

Un impregnante è un prodotto che non crea pellicola ed ha una finitura satinata. Flatting e vernice, invece, sono prodotti pellicolanti (che generano quindi una pellicola protettiva che con gli anni tende a sfogliare) a tonalità legno (trasparente, noce chiaro, noce scuro, douglas ecc.). Solitamente Vernici e Flatting hanno un aspetto brillante, ma alcune aziende hanno iniziato a produrre anche Vernici e Flatting ad aspetto satinato. Il Flatting, inoltre, si differenzia dalla vernice perchè la sua pellicola ha uno spessore maggiore: per questo è consigliato il suo utilizzo (oltre che per le superfici interne ed esterne del legno) anche per il trattamento del legno nella nautica (dovendo resistere a livelli di umidità e a rigori atmosferici molto più elevati).

Per salvaguardare la mia fontana, muro a vista (in pietra), camino ecc. come devo fare?

Puoi utilizzare una vernice impermeabilizzante per pietra (meglio se all’acqua). In questo caso la pietra verrà “impregnata” di questo prodotto, che resiste agli esterni sino ai 6-8 anni, mantenendo un aspetto “pietra naturale” e proteggendo la pietra da muffe e ingrigimento.

Le spedizioni sono Gratis?

Sì! I prezzi totali che vedi sono quelli effettivi, senza nessun costo aggiuntivo, segue solo la logica del più ne compri e più risparmi.
Le spese di spedizione sono comprese per tutti i prodotti a carrello sia per tutta l’Italia

Che cosa sono i COV?

Per COV si intendono i Composti Organici Volatili: sono ritenuti volatili tutti i composti organici che alla temperatura di 20°C (293,15° K) abbiano una pressione di vapore uguale o superiore a 0,01 kPa. La gran parte dei solventi utilizzati nei vari settori produttivi sono quindi da considerarsi COV. Spesso, soprattutto tra i prodotti presente nella grande distribuzione, al posto dell’acronimo COV troverete il termine VOC: si tratta dello stesso tipo di indicazione espresso in lingua inglese.