2,5 LT IMPREGNANTE ACQUA SYNTILOR PROTETTIVO SATINATO TENUTA 8 ANNI

Impregnante, effetto satinato a lunga durata

Aderenza diretta su legni esotici, altissima resistenza, satinato a lunga durata

Tonalità Impregante
Scegli...
Quantità
Aggiungi al carrello

Descrizione

Con le sue resine in fase acquosa “Alte Prestazioni”, l’Impregnante
Microporoso Aquaréthane® assicura una protezione di lunga durata (8 anni) a tutti i rivestimenti in legno esterni ed interni. Idrofugo,anti U.V,non cola ed asciuga velocemente.Inodore, l’Impregnante Microporoso Aquaréthane® risponde alle norme di rispetto verso l’uomo e l’ambiente.

  • Che cos'è un impregnante?

    Un impregnante è un prodotto che nutre, protegge e rivitalizza il legno, sia in esterno che in esterno. Per entrare in profondità, l’impregnante ha bisogno di un legno non trattato precedentemente con prodotti a pellicola, di un legno nuovo o di un legno riportato allo stato grezzo attraverso una leggera carteggiatura. Per un trattamento ottimale, saranno necessarie almeno due mani di impregnante (a distanza di 4-6 ore l’una dall’altra) su legno già trattato, sino a 3 mani, invece, su legno nuovo o riportato a grezzo.

  • Che differenza c'è tra impregnante e smalto?

    Un impregnante è un prodotto che non crea pellicola ed ha una finitura satinata. Lo smalto, invece, è un prodotto pellicolante (che genera quindi una pellicola protettiva che con gli anni tende a sfogliare) a tinta pastello. Esistono smalti per legno, ferro, cemento ecc. mentre l’impregnante è un prodotto specifico per il trattamento del legno.

  • Che differenza c'è tra i prodotti a base acqua e quelli a base solvente?

    Un prodotto a base acqua ha dei livelli di COV (composti organici volatili) estremamente bassi: è inodore e asciuga con maggior rapidità (2-4 ore). Il prodotto a solvente, invece, a elevati valori di COV, ha un leggero odore (che si sentirà solo fino all'essiccazione) ed asciuga in 4-6 ore. La durata del prodotto NON DIPENDE in alcun modo dal tipo di prodotto a cui facciamo riferimento (acqua, solvente, cera, biologico ecc.), ma DIPENDE UNICAMENTE dalla maggiore o minore presenza di resine protettive al suo interno. Un ottimo protettivo ha delle percentuali di resine che si aggirano attorno al 40% del prodotto: troveremo quindi protettivi efficaci sia ad acqua, sia a solvente che a cera, così come troveremo prodotti meno performanti in ognuna di queste categorie (è la presenza di resine all'interno del prodotto a fare la differenza e non la tipologia del prodotto!).

  • In che modo devo preparare la superficie da trattare?

    La prima operazione da fare, che si sia principianti o meno, è quella di preparare la stanza e le parti da trattare. È un errore considerare la pittura una tecnica facile e sbrigativa che non necessita di preliminari! Le superfici da colorare, vanno prima trattate e lisciate, i mobili vanno raggruppati al centro della stanza e coperti con teli protettivi in plastica, le prese della luce isolate e protette con nastro adesivo di carta, così come i pavimenti delicati come i parquet o la moquette. Anche i pennelli per stendere il colore hanno diverse forme che si adattano a differenti superfici e bisogna dunque sceglierli bene per ottimizzare lavoro e risultato.

  • Quante mani sono necessarie? Quanto tempo tra una mano e l’altra?

    E’ consigliabile di passare minimo 2 mani di idropittura per garantire una stesa perfetta. Fra una mano e l’altra bisogna attendere almeno 4 ore.